Affitti brevi in Toscana

regione toscana

La Regione Toscana, con legge regionale n. 86 del 20 dicembre 2016, ha approvato il Testo unico sul sistema turistico regionale.

SCARICA

Tra le novità introdotte è stata disciplinata, all’art. 70, la Locazione Turistica.

Sono definite locazioni turistiche le locazioni per finalità esclusivamente turistiche di case e appartamenti arredati e senza alcuna prestazione di servizi accessori o complementari.

Le locazioni possono essere esercitate da parte di proprietari o usufruttuari:

  • in forma non imprenditoriale nel caso in cui siano destinati alla locazione turistica:
    → non più di due alloggi nel corso dell’anno solare, indipendentemente dal numero di comunicazioni di locazione turistica effettuate;
    → più di due alloggi nel corso dell’anno solare e effettuano complessivamente sino a ottanta comunicazioni di locazione turistica nel corso dell’anno solare stesso.
  • in forma imprenditoriale indipendentemente dal numero di alloggi gestiti.

Le locazioni turistiche possono essere gestite in forma indiretta tramite agenzie immobiliari e società di gestione immobiliare turistica e devono possedere i seguenti requisiti:
→ i requisiti strutturali e igienico- sanitari previsti per le case di civile abitazione;
→ le condizioni di sicurezza e salubrità degli edifici e degli impianti installati ai sensi della normativa vigente.

Non si considera locazione turistica l’offerta di alloggio senza corrispettivo monetario nell’ambito dell’economia della condivisione (sharing economy), cioè nel caso di scambio di fruizione dell’alloggio.


Imposta di soggiorno

Gli alloggi locati per finalità turistiche, indipendentemente dalla forma della gestione, sono parificati alle strutture ricettive ai fini dell'applicazione delle disposizioni in materia di imposta di soggiorno (Art. 70 c. 7 L.R.T. n. 86/2016).

Ogni Comune può disciplinare l’applicazione dell’imposta di soggiorno alla nuova tipologia di offerta turistica. L'imposta è dovuta dal 1 ...... al 31 ...... di ogni anno. Nello specifico per le locazioni turistiche è previsto il pagamento di € ......per persona per un massimo di .... giorni.

Ogni Comune può deliberare alcune specifiche esenzioni.

Il pagamento dell'Imposta di Soggiorno deve essere effettuato dal gestore della struttura ricettiva a favore del Comune.

I proprietari di immobili che intendono utilizzarli con finalità di locazione turistica devono consegnare, PRIMA DELL’INIZIO DELL’ATTIVITA’, al Comune la comunicazione secondo la modulistica predisposta. Si ricorda che sono previste sanzioni per l’esercizio, in qualsiasi forma, della attività.

Le informazioni contenute nel presente articolo sono state predisposte da Studio Polli come ulteriore servizio reso ai nostri clienti. Esse costituiscono solo una introduzione generale alla materia e pertanto si raccomanda di richiedere un parere riferito al concreto caso di specie prima di prendere qualsiavoglia provvedimento basato sulle informazioni qui contenute. Studio Polli declina ogni responsabilità da eventuali provvedimenti presi o non presi sulla base di quanto riportato nel presente articolo.